#blog - origini artigianato

L’artigianato sardo nasce, come spesso accade, da oggetti d’uso quotidiano, che hanno poi assunto un carattere diverso per quelle loro caratteristiche che vanno oltre la mera funzione originaria.
La stessa architettura rustica delle case sarde di un tempo si può considerare come forma di artigianato, così come l’arredamento che si trovava anticamente nelle chiese.
La tradizione artigiana sarda è infatti un’arte che si è andata delineando e sviluppando in maniera naturale, a partire dagli oggetti funzionali, senza passare per lo sviluppo all’interno di scuole specifiche.
28
Dai cestini alla ceramica, passando per i ricami, i gioielli, i costumi o i manufatti di legno: le categorie da cui ha preso avvio l’artigianato sardo sono molteplici.

Il legno

La tradizione dell’intaglio sardo “nasce” infatti in casa, prendendo forma ad esempio nella cassapanca nuziale, pezzo assolutamente essenziale all’interno di ogni casa a cui abbiamo dedicato diversi articoli.
Questo elemento d’arredo, in legno naturale o dipinto con il rosso del sangue di agnello o nelle tonalità del verde, veniva utilizzato per contenere diverse cose, tra cui ad esempio l’abito tradizionale.
Foto MondoSardegna - Orizzontali (1)
Di legno erano anche il tavolo, strumento d’uso quotidiano solitamente poco decorato e lineare, e il letto, la cui struttura veniva quasi ricoperta da tessuti e trine.
Maggiormente intagliate erano le culle, le sedie e i seggioloni, generalmente dipinti di rosso.

Il ferro e il rame

Questi elementi erano utilizzati in tutte le case sarde sui portoni, con elaborate serrature dalle forme piú disparate, e nelle cucine, sotto forma di ringhiere, lampade, graticole, padelle e piccoli oggetti.
10
Da Cagliari a Sassari, importanti centri della lavorazione del ferro battuto, passando per Isili e Gavoi; trovare un oggetto di ferro o di rame in Sardegna é sempre stato piuttosto comune, ancor prima che diventassero due degli elementi chiave dell’artigianato sardo

L’intreccio

Anche l’arte dell’intreccio ha radici profonde in Sardegna, tanto che si hanno testimonianze dell’utilizzo in questo senso di asfodelo, giunco, paglia, palma e rafia già in età nuragica.

La ceramica

Un’altra lavorazione fondamentale nel panorama dell’artigianato sardo è quella della ceramica, la cui produzione in Sardegna è piuttosto varia e spazia dai pezzi più lineari a quelli più elaborati e colorati.
Foto MondoSardegna - Orizzontali
Anticamente i manufatti più diffusi erano orci, brocche, tegami, pentole e stoviglie, che rispondono al principio per cui l’artigianato nasce da esigenze della vita quotidiana

La tessitura

Questa “sezione” dell’artigianato sardo prende vita nelle tantissime decorazioni che arricchiscono i tessuti, i tappeti e gli abiti tradizionali che ancora oggi sono rinomati e rappresentano l’isola.
19
La tessitura e il ricamo si trovavano sia nei pezzi conservati all’interno delle case che nelle chiese, tra tovaglie d’altare e paramenti sacri.

La gioielleria

I gioielli sardi, come abbiamo già detto in altre occasioni, avevano la funzione principale di abbellire l’abito tipico.
L’attività degli orafi e degli argentieri era notevole e si esprimeva in una lunga serie di monili, spesso decorati con il granato e vetri colorati.

Origini e simbologia dei Gioielli Sardi

La donna sarda si nasconde e si mostra nei gioielli sardi che indossa. I preziosi sono parte dell’abbigliamento e della cultura stessa di questo popolo. Gli anelli, indossati su tutte le dita, sono tra i gioielli più diffusi. Viaggio nella tradizione e usi dei...

Linea da Cucina #nuoviprogetti

Artigiani, Designer e Mondosardegna.it si uniscono per progettare e realizzare pezzi unici.Conoscere gli artigiani della Sardegna mi ha portato ad appassionarmi a ciò che li unisce: il saper creare con le proprie mani. Da quando ho iniziato però, sette anni fa, ho...

Maria Lai: tra arte contemporanea e tradizione

Oggi vogliamo iniziare una serie di post dedicati ad un'artista che esprime la forza, le immagini e le tradizioni della Sardegna: Maria Lai, artista poliedrica nata a Cardedu. Tra l'arte contemporanea e le tradizioni L'opera di Maria Lai spazia attraverso l'arte...

Oreficeria popolare in Sardegna: l’anello e la gancera

Continua il nostro viaggio all’interno dell’oreficeria popolare in Sardegna, concentrandoci oggi su gli altri pezzi che contraddistinguono e completano l’abito tradizionale sardo. L’anello L’anello è un pezzo fondamentale nel panorama del gioiello sardo, tutt’oggi...

Il gioiello durante la civiltà nuragica in Sardegna

Il gioiello sardo durante la civilità nuragica La storia del gioiello, quale oggetto destinato a decorare, si puó far risalire in Sardegna sino all’età preistorica. Frammenti di conchiglie, denti di animali e altri materiali raccolti dall’uomo preistorico, che...

Gli strumenti della musica popolare in Sardegna

La musica popolare, quella delle tradizioni, è ancora presente in Sardegna. Durante manifestazioni o eventi tradizionali è infatti possibile godere dei suoni che fanno parte della storia dell’isola, una terra che si può ritenere musicalmente ricca e legata...

L’artigianato sardo che non ti aspetti: un liutaio a Pattada

Quando si parla di liuteria si è soliti andare col pensiero al nord Italia e alla zona di Cremona, legati alla nascita dell'arte della creazione di strumenti musicali e ancora oggi punto di riferimento per tutti gli esperti del settore. Non ci si aspetterebbe quindi...

5 lavorazioni artigianali da non perdere in Sardegna

Organizzare un viaggio significa entrare in contatto con il luogo che decidiamo di visitare, avendo l'occasione di conoscere anche quelle tradizioni che lo rendono unico, comprese quelle artigianali. Quali sono le 5 lavorazioni artigianali da non perdere in Sardegna?...

Media Partner 56esima Fiera di Mogoro

#nuovecollaborazioni Dall’apertura del progetto Mondosardegna, il nostro intento è sempre stato quello di raccontare l’artigianato sardo e gli artigiani, avendo come punto di partenza la voce e i gesti di questi ultimi. I moltissimi laboratori artigianali visitati nel...

Share This