Home Blog Artigianato La tessitura

La tessitura

tappeto

La tessitura è uno degli aspetti dell’artigianato sardo con una maggiore diffusione nell’isola.
Anticamente il tappeto nasce con una funzione puramente decorativa: coprire la cassapanca contenente il corredo della sposa, in modo da abbellirla e lenirne così l’estrema austerità.
Tale funzione originaria può essere utilizzata per spiegare la struttura decorativa del tappeto sardp tradizionale: una sezione a disegni geometrici affiancata da due falde ornamentali maggiormente decorate.
Dalla prima funzione di copricassa il tappeto ne ha poi assunto altre: coperta, arazzo, tappeto posto sui pavimenti. Una breve analisi delle varie tecniche utilizzate nelle diverse aree geografiche ci porta a riconoscerne principalmente quattro: liscia, a grani, a punto e quella ad effetto di trama.
Le prime due sono tipiche rispettivamente di Gadoni e Bonorva, le seconde di Mogoro ed Isili, solo per citare alcuni tra i più rinomati centri di produzione.
Alcune di queste comunità dell’interno della Sardegna hanno addirittura conquistato una certa notorietà in Italia e all’estero.

Scopri i tessitori di Mondosardegna

I tessuti sono realizzati a mano con telai verticali, tipici della Barbagia, o con telai orizzontali in legno, diffusi in tutta l’isola; le materie prime adoperate sono la lana sarda, particolarmente resistente nel tempo, il cotone sia grezzo che colorato ed il lino.
La produzione attuale si è evoluta andandosi ad arricchire di altri prodotti, maggiormente destinati al vero e proprio arredamento della casa. Possiamo trovare infatti tende, stoffe, cuscini e tovagliati dal sapore più moderno, nelle cui decorazioni si può riscontrare un’evoluzione partita dagli elementi figurativi più tradizionali.

Immagine tratta da http://www.comune.sassari.it/servizi/cultura/artigianato/artigianato.htm

NO COMMENTS

Leave a Reply