Home Tags Posts tagged with "artigiani pattada"

artigiani pattada

La seconda parte di questa tappa del tour #unpienodiartigianato mi trova ancora a Pattada, dove ho deciso di trattenermi per conoscere meglio il settore dell’artigianato sardo che probabilmente meglio rappresenta Pattada e per il quale è, non a caso, rinomata: la coltelleria.
Coltelleria Giugu Pattada
La mattina ha quindi inizio all’interno del laboratorio Giagu, fondato nel 1985 da Salvatore Giagu e Maria Rosaria Deroma, una coppia che porta avanti l’arte della lavorazione del coltello a loro tempo appresa a stretto contatto con un noto artigiano di Pattada.
Coltelleria Giugu Pattada
Durante la mia visita i due artigiani mi mostrano come nasce e “cresce” un coltello tradizionale, che non racchiude però tutta la loro produzione: il Laboratorio Giagu non si limita al recupero delle forme antiche, puntando sulla sperimentazione di materiali alternativi e sull’esecuzione di lavori in damasco e in filigrana sarda d’oro.
Coltelleria Giugu Pattada
Alla passione di questi artigiani si deve anche l’inaugurazione del “Museo Culter, il Museo Internazionale del Coltello in Pattada, l’unico in Europa; in quest’area espositiva si possono ammirare sia i modelli più tradizionali che quelli più moderni ed esclusivi, brevettati dal Laboratorio Giagu.
Coltelleria Giugu Pattada
Salutati Salvatore e Maria Rosaria realizzo senza alcun dubbio che non si può vivere di solo artigianato e quasi corro all’agriturismo Sololche, ansioso di provare qualche piatto tipico della zona cucinato dallo chef Piero Pompedda, attivo nella zona da quattro anni.
DSC_0053
agriturismo Sololche
I suoi piatti sono rivisitazioni dei piatti della tradizione, i cosiddetti piatti della nonna che vengono poi rivisti utilizzando le erbe di stagione a sua disposizione.
agriturismo Sololche
agriturismo Sololche
Sul finire della giornata mi dirigo a Mamoiada, avendo intenzione di trascorrere la notte al B&B da Titina in attesa di conoscere gli artigiani di quella zona. Mi accolgono in un ambiente rilassante e delicato: una villa indipendente con uno splendido giardino, che mi offre l’occasione di fare colazione circondato da muri di foglie che vanno dal verde al rosso.
B&B Titina  - Mamoiada
Il primo artigiano che mi aspetta in mattinata è Sandro Cadinu, che ha fondato oltre 15 anni fa la sua Creazioni Satodà, acronimo che unisce il suo nome con quelli di sua moglie e di suo figlio.
Satodà - Mamoiada
Sandro crea totalmente a mano mobili unici, come ad esempio i suoi comodini sospesi che alle esigenze di design uniscono quelle di praticità e risparmio di spazio, proprie delle abitazioni moderne.
Satodà Mamoiada
A seguire mi aspetta Ruggero Mameli, artigiano che crea uno dei simboli di Mamoiada: le maschere. Le sue creazioni spaziano da maschere indossabili, leggere ed adattabili alla conformazione del viso, a quelle puramente decorative, decisamente più pesanti ed imponenti ma senza dubbio di grande impatto visivo.
Mameli - Maschere
La manualità e la passione di Ruggero negli anni si sono riversate totalmente sulla creazione delle maschere tipiche, più consolidate nella tradizione sarda e nella sua zona, come la Visera del Mamuthone e la maschera dell’Issohadore di Mamoiada.
Gli oltre 35 anni di lavoro nel settore hanno portato questo artigiano ad aprire anche un Museo-Esposizione Maschere e Artigianato, nel quale è possibile visitare un’ampissima varietà, più di 200 maschere realizzate a mano nei legni più disparati.
Mameli - Maschere
La serata e la seconda tappa del tour si concludono all’Hotel Birdesu, a Girasole, a pochi chilometri da Tortolì, dove posso godere dell’ospitalità ogliastrina per una cena tipica sarda: culurgiones e salumi.
Hotel Birdesu
Hotel Birdesu
Hotel Birdesu
Questi ultimi oltre che essere deliziosi sono totalmente a km zero: una parte dell’azienda è infatti dedicata all’allevamento della razza suina sarda, allevata con pazienza ed attenzione a tecniche ecocompatibili e biologiche da Rocco Piras.

Rocco Piras - Girasole
Rocco - Piras - Girasole
DSC_0055

testi del viaggio di Stefania e immagini e viaggio di Massimo Loi

#UNPIENODIARTIGIANATO – Artigiani Mamoiada e Pattada

Seguici su: