RR ORAFI in Sassari

Nasce ufficialmente nel 1983, sebbene la collaborazione tra Riccardo Dessi’ e Rocco Onnis inizi sei anni prima, quando iniziano a muovere i primi passi nel mondo dell’oreficeria all’interno del laboratorio del padre di Riccardo.

Diciannovenni e amici da una vita, decidono di lanciarsi nell’esperienza dell’oreficeria, seguendo una tradizione di orafi che era già arrivata alla terza generazione; da quel momento inizia un percorso di apprendimento e specializzazione, che li porterà anche un periodo fuori dalla loro Sardegna. Sara’ infatti a seguito di un periodo piuttosto lungo a Valenza Po, uno dei più importanti centri di produzione di gioielleria italiano, a contatto con vari maestri orafi, che decideranno di tornare a Sassari per aprire un’azienda propria.

Video Storytelling

Oreficeria in Sardegna

Oggi RR Orafi progetta e realizza artigianalmente gioielli in oro e in argento, in cui vengono inserite pietre preziose, semipreziose e altri materiali, talvolta inusuali, che si possono considerare un omaggio alla Sardegna.
Il design dei gioielli trae infatti spunto anche dall’artigianato sardo, da cui i due maestri orafi ritengono si possano estrapolare dei soggetti che, rielaborati e riadattati, possano essere utilizzati per creare un gioiello allo stesso tempo nuovo ma senza tempo. Durante la sua storia il lo stile del laboratorio ha subito delle variazioni e delle evoluzioni: una delle più importanti deriva dalla conoscenza di un maestro orafo africano, specializzato nel campo della lavorazione della filigrana.

Da questo fortunato incontro nasce una collaborazione, il cui spirito e’ quello di ampliare la concezione della filigrana, volendo creare non solo gioielli puramente in filigrana sarda ma anche qualcosa con un respiro più ampio: una filigrana di stile mediterraneo.
Rocco e Riccardo puntano a fondere assieme innovazione, creatività e indossabilità del prodotto, in questo caso dei loro gioielli, spingendosi anche ad utilizzare materiali che tradizionalmente non si utilizzano nella gioielleria. A ciò risponde l’inserimento di tessuti usati per la realizzazione dei costumi sardi all’interno dei loro pezzi, in un piacevole contrasto tra la durezza dell’oro, dell’argento e delle pietre e la morbidezza delle trame.

Scrivici ti metteremo in contatto con il laboratorio.

Acconsento al trattamento dei dati per la privacy