Home Blog Artigianato Il Museo del Sughero di Calangianus

Il Museo del Sughero di Calangianus

L’importanza del sughero a Calangianus

A Calangianus, comune di poco piu’ di 4000 abitanti in provincia di Sassari, il sughero è una questione importante.
Il territorio circostante, ricco delle sugherete tipiche della zona, ha reso questo piccolo centro una “capitale del sughero”, il maggiore centro italiano e tra i piu’ importanti al mondo per estrazione e lavorazione dello stesso.
alberi-sughero
L’origine dell’attivita’ nella zona si registra gia’ all’inizio dell’Ottocento, quando alcuni imprenditori si resero conto del potenziale economico della lavorazione del sughero, e si mantiene sino ad oggi, senza essersi persa nei secoli.

Il Museo del Sughero

staticmapL’importanza del sughero è celebrata a Calangianus dalla presenza del Museo del Sughero, ben curato e interessante, ottima idea per chi si trovi nella zona e voglia trascorrere qualche ora in modo diverso dal solito.La location che accoglie il museo è splendida: un ex conventodei frati francescani del XVIII secolo, situato in tutta la sua bellezza granitica al centro del paese.
L’esposizione, articolata su due piani, si dipana tra i macchinari e gli utensili utilizzati anticamente per la lavorazione del sughero, per poi passare ad una sezione multimediale grazie alla quale si possono scoprire le varie fasi, dall’estrazione al prodotto finito.
museo-del-sughero
La visita si svolge con una guida, in modo da conoscere realmente il sughero in tutta la sua importanza, essendo uno dei prodotti piu’ rinomati della Sardegna.
imagesDalle recensioni dei visitatori è evidente come la visita sia piacevole e interessante, adatta anche ad un pubblico di bambini, e che non sia da sottovalutare.
Su prenotazione è possibile abbinare la visita al museo a quella di altri monumenti e siti d’interesse della zona, quali laboratori artigianali di manufatti si sughero o cantine locali.

 

http://www.museodelsughero.com/home/it/

Foto tratte da:
www.tripadvisor.it

NO COMMENTS

Leave a Reply