Home Blog Artigianato La lavorazione del rame a Isili

La lavorazione del rame a Isili

La Sardegna e’ una fonte inesauribile di artigianato .
In ogni piu’ piccolo centro, anche quello che sembrerebbe iniziare e finire con una piazza, un bar e un’edicola, e’ probabile che vi sia una tradizione centenaria di un certo tipo di arte manuale, tramandata di generazione in generazione e portata avanti con orgoglio.
Il post di oggi e’ dedicato ad Isili , comune del Sarcidano di circa 3000 abitanti, per tradizione terra adatta alla pastorizia e all’agricoltura e altrettanto fertile terra di artigiani.

R2

La storia degli artigiani del rame di Isili

L’artigianato di Isili storicamente era vario, tra intaglio, tessitura e lavorazione del rame; vogliamo soffermarci proprio su quest’ultima, che animava il paese con decine di botteghe artigiane, affollate di artigiani e apprendisti.
Isili e il rame sono infatti strettamente legati: dalla meta’ dell’800 il paese era praticamente l’unico centro di produzione della Sardegna, con tanto di un gergo unico e segreto, utilizzato dai rivenditori, venditori ambulanti che si occupavano di vendere i pezzi dei ramai.
Questi erano invece artigiani della lavorazione del rame, di rango elevato, che erano a conoscenza dei segreti di una lavorazione piuttosto complessa per i tempi, e da cui potevano scaturire oggetti indispensabili in qualsiasi casa.
rame
Pentole, piatti e oggetti di rame facevano parte del corredo matrimoniale di una sposa, indicandone lo status sociale, ed erano essenziali nella societa’ dell’epoca.
Come siano giunti i ramai ad Isili, come questo tipo di arte si sia diffuso, rimane ancora oggi poco chiaro.
Le tesi piu’ diffuse spaziano tra l’origine autoctona, quella giudaica e quella rom, che sarebbe sostenuta da una serie di termini del linguaggio dei rivenditori, che si potrebbero assimilare ad alcuni termini utilizzati in passato tra gli zingari.

La produzione del rame: oggi

Oggi la produzione del rame ad Isili si e’ chiaramente decisamente ridotta, complice certamente il cambiare dei tempi.
Gli oggetti in rame non sono piu’ gli unici protagonisti di una casa, avendo assunto invece il compito piu’ che altro di elementi d’arredo, di splendidi pezzi luminosi e cangianti che possono dare un richiamo tradizionale e caldo ad un arredamento moderno.
rame 2
Isili ha deciso di conservare ed esporre al pubblico gli antichi oggetti di rame, nel Museo per l’Arte del Rame e del Tessuto, che ha sede nel convento dei Padri Scolopi.
Al suo interno si possono scoprire la tecnica di lavorazione del rame tradizionale e le forme di vendita ambulante; e’ anche possibile entrare anche nella ricostruzione di una bottega del ramaio, vedendo da vicino tutti gli strumenti originali utilizzati per ottenere i manufatti in esposizione.

Foto:
www.viaggiart.com/it
www.laghienuraghi.it
www.arengario.net
www.comune.net

NO COMMENTS

Leave a Reply