Home Blog Artigianato Il gioiello sardo: peculiarità ed influenze

Il gioiello sardo: peculiarità ed influenze

Il gioiello sardo: peculiarità ed influenze

L’arte e l’artigianato artistico sardo, scaturiti da una situazione di profonda e costante depressione della Sardegna, si sono sviluppati senza seguire canoni o tecniche di stile precisi e prestabiliti; linee semplici e modeste si sono evolute tramite la fantasia popolare, divenendo espressione ricca e peculiare dell’Isola.
L’oreficeria è un perfetto esempio della particolarità dell’artigianato sardo: i gioielli nascono come indissolubilmente legati al costume tipico, che integrano e completano talvolta sino all’eccesso; la visione delle donne ricoperte di monili in occasioni delle grandi celebrazioni non può che stupire.

Per conoscere i gioielli sardi di MondoSardegna clicca qui

Storicamente la produzione orefice sarda varia parecchio da provincia a provincia, subendo influenze diverse e importando le forme e gli elementi più disparati; non è un caso che si possa riscontrare una certa somiglianza tra i gioielli sardi e quelli calabresi. Molti monili si possono dire frutto di influenze continentali; su tutte spiccano spesso quelle provenienti dalla Toscana, seguita da Veneto, Sicilia e Lombardia. Una delle caratteristiche che si ritrova nell’oreficeria sarda è la coesistenza di emblemi religiosi e profani: alcuni crocifissi presentano applicazioni di medaglie di fattura settecentesca, appesi alle catene tipiche dei paesi barbaricini e campidanesi si possono trovare santi, putti, l’aquila araldica, cuori, il grifo arcaico e altri senza soluzione di continuità.

Foto tratta da http://www.sardegnadigitallibrary.it/index.html

NO COMMENTS

Leave a Reply