Home Blog Artigianato Filigrana,espressione dell’oreficeria sarda

Filigrana,espressione dell’oreficeria sarda

collane_M

Un filo metallico sottilissimo , ottenuto pressando e riducendo sempre più il diametro di una lastra grazie ad un laminatoio, tirato con apposite tenaglie e poi intrecciato.
Questa è la base della filigrana, tecnica di oreficeria per la quale la Sardegna è rinomata.
Le origini di questo virtuosismo del gioiello sono da individuarsi probabilmente nella sua importazione nell’isola da parte dei Fenici, sino al raggiungimento di una padronanza a livello locale intorno al Settecento.
La filigrana si ritrova infatti nella Sardegna più antica, sotto forma di fermagli in argento da gancera, applicati ai costumi tradizionali dell’epoca.
Sin da questi tempi remoti il gioiello sardo era sia un elemento legato alla tradizione, non a caso il mito vuole che fossero le fate nelle Domus de Janas ad intessere per la prima volta le filigrana, che come merce di scambio, bene rifugio in grado di divenire un investimento.
Lungo il corso dei secoli poi l’oreficeria sarda ha mantenuto tra i suoi punti di forza la filigrana, oggi utilizzata sia in oro che in argento anche nei gioielli sardi contemporanei.
anello-copy
Le due tipologie di filigrana che si individuano oggi sono due: quella a giorno, in cui il filo d’argento o d’oro è sospeso in un’armatura di piccolissime sbarre metalliche, e quella a notte, in cui esso viene applicato sopra la lamina dei gioielli sardi.
La differenza delle due tecniche porta a gioielli che sono rispettivamente più semplici e tendenzialmente a spirale nel primo caso, e maggiormente complessi nel secondo, con motivi geometrici, floreali e con l’aggiunta della tecnica della granulazione.
La filigrana sarda oggi spazia dai pezzi più classici a quelli più contemporanei, rivisitazioni in chiave moderna dei pezzi forti, il cui nome è sempre abbinato alla Sardegna.
Tra di essi spiccano naturalmente la fede sarda, che può essere più o meno spessa a seconda dei gusti, e le fedine in argento, che riflettono la tradizione originaria che vuole la filigrana sarda realizzata prevalentemente in argento.

anello6-copy

NO COMMENTS

Leave a Reply