Home Blog Artigianato Emilio Lussu: eccellenza sarda tra politica e letteratura

Emilio Lussu: eccellenza sarda tra politica e letteratura

Il 4 dicembre 1890 nasce ad Armungia uno tra i piu’ importanti e illustri personaggi di Sardegna: Emilio Lussu.
Interventista e ufficiale prima, uomo politico e scrittore di gran fama poi.
La sua ascesa, da questo piccolo paesino nel Sud Sardegna, lo portera’ ad assumere posizioni rilevanti nella societa’ dell’epoca, dando vita ad alcuni tra i movimenti che hanno contribuito a definire la storia dell’Italia.

emiliolussu

La Prima Guerra Mondiale e Il partito sardo d’azione

Una volta laureatosi in giurisprudenza partecipa alla Prima Guerra Mondiale, durante la quale inizia a maturare la sua consapevolezza politica, nelle file della Brigata Sassari.
Rientrato in Sardegna, collabora con Cova e nel 1921 crea il Partito sardo d’azione, animato da altri ex combattenti della Brigata Sassari.
La posizione del partito era tendenzialmente quella di un movimento popolare e sociale, che mirava al riscatto della Sardegna.

lussu1

L’antifascismo

Da deputato del suo partito Lussu partecipa alla secessione aventiniana, quale convinto sostenitore della lotta antifascista; il risultato fu il suo arresto, con successiva deportazione a Lipari, da cui riusci’ ad evadere nel 1929 per dare vita al movimento Giustizia e Liberta’, con l’intento di rovesciare la dittatura fascista.
Nel periodo di ascesa del fascismo, Lussu lotta quindi contro di esso, subendone le conseguenze.

lussu2

Un anno sull’Altipiano e Uomini contro

Il personaggio Lussu non si limita pero’ alla sua azione politica: le sue pubblicazioni rientrano di diritto tra le principali opere della letteratura italiana.
Del 1938 e’ Un anno sull’altipiano, cronaca di guerra riferita alla sua esperienza con la Brigata Sassari, giovanissimo, sull’Altipiano di Asiago.
Lussu, pur essendo stato un acceso interventista, con la sua opera critica fortemente la guerra e i comandi militari, secondo il suo parere impreparati e causa della morte di migliaia di vite umane.
Oggi il libro e’ considerata una fedele narrazione della Prima Guerra Mondiale, un vero e proprio documento storico in cui scoprire quel sentimento di rivolta sociale che fomentava le truppe.
Nel 1970 dal romanzo venne tratto un film che, per la sua impronta pacifista e per i temi trattati, venne fortemente ostacolato e boicottato: Uomini contro.

uominicontro

NO COMMENTS

Leave a Reply