Home Blog Artigianato Tradizioni di Sardegna: il costume sardo maschile

Tradizioni di Sardegna: il costume sardo maschile

Il costume sardo e’ una parte di storia e di tradizioni della Sardegna, che pur avendo perso oggi quell’uso quotidiano che lo contraddistingueva in passato, mantiene una certa importanza durante gli eventi e le manifestazioni religiose.
Diversi a seconda della zona e della citta’, i costumi tradizionali sardi sono costituiti da diversi pezzi: copricapi di vario genere, camicie, gilet, corpetti, bottoni ed accessori preziosi.

costume maschile2

Il costume sardo maschile: i copricapo

Le tradizioni della Sardegna prevedono un copricapo anche per il costume maschile, spaziando tra diversi tipi: cuffie, berrette a sacco, fez, fazzoletti e cappelli a tesa.
Le prima, in sardo coffia, risulta piuttosto diffusa come ornamento tra la fine del settecento e la seconda meta’ dell’ottocento; successivamente questo accessorio, una rete realizzata ai ferri in lana o cotone, risulta sempre meno utilizzato.
Le berrette a sacco (o berritta) sono invece di forma allungata, in orbace o in panno nero, rosso o marrone; caratterizzano il costume sardo di molte citta’, essendo praticamente diffuse in tutta la Sardegna.
L’uso del fazzoletto e’ proprio dell’area di Cagliari e dell’Iglesiente: in tutto e per tutto simile a quello femminile, e’ quadrato, decorato con fantasie vivaci o motivi geometrici e utilizzato ripiegandolo piu’ volte.

costumesardo2

I tessuti sardi nella tradizione del costume

Altro elemento fondamentale del costume sardo maschile e’ senza dubbio la camicia.
Nata quale indumento intimo, diverra’ poi un capo da esterno, realizzato con un cotone resistente per il quotidiano e con un lino tessuto a mano per il costume della festa, per le occasioni speciali che richiedevano un materiale pregiato.
La forma della camicia sembra studiata per adattarsi a qualsiasi peso, altezza e corporatura; piuttosto larga, con colletti bassi, eventualmente ricamata sulla parte anteriore.
La bellezza dei tessuti sardi e il pregio dei ricami a mano si possono ammirare nei corpetti e nei gilet, che nel costume sardo maschile vanno a coprire la camicia.
Solitamente essi vengono realizzati in panno di lana o in velluto, con tonalita’ che spaziano dalle tinte scure al rosso e all’azzurro.
Le asole dei corpetti sono ricamate in seta, con colori vivaci e che creano un forte contrasto.

santefisio3

Gli accessori maschili:il bottone sardo

I gioielli che adornano il costume tradizionale maschile sono, come ovvio, una quantita’ inferiore rispetto a quello femminile, ma non meno preziosi.
Tra essi spiccano senza dubbio i bottoni gemelli, o buttones, realizzati in filigrana d’oro o d’argento.
Vengono utilizzati sia con la loro funzione originale, ai polsini, che in doppia coppia, per chiudere e decorare il colletto delle camicie.

costumemaschile1

NO COMMENTS

Leave a Reply