Home Blog Artigianato Chiara Vigo – Maestro del Bisso a Sant’Antioco

Chiara Vigo – Maestro del Bisso a Sant’Antioco

La Sardegna e’ una terra di tradizioni antichissime, di racconti, suggestioni e di figure che quasi in silenzio le reiterano, facendo in modo che non vadano perdute.
Chiara Vigo e’ una di queste: un’artista, un maestro unico nel suo genere, unica portatrice del segreto della tessitura del bisso, una fibra di origine animale di difficile reperibilita’ e decisamente pregiata.
P1020434
Conosciuto nell’antichita’ come il tessuto dei re e delle regine, il bisso viene prodotto in natura da un mollusco Bivalve che vive nei fondali del Mediterraneo: una fibra dal colore ambrato, che Chiara Vigo si e’ impegnata ad ottenere nel rispetto dell’ecosistema della zona e cercando di preservare la presenza dell’animale.
Ma come si e’ arrivati allo studio dei fondali del Mediterraneo? Come questa signora e’ diventata maestra del bisso ed e’ entrata a far parte delle peculiarita’ da vedere a Sant’Antioco?
Chiara nasce una gelida notte di febbraio del 1955, a pochi km da Sant’Antioco, paese del sud della Sardegna dove oggi si dedica alla sua attivita’.
Sin da bambina e’ chiaro quanto la sua strada sia, utilizzando un gioco di parole, strettamente intrecciata con la tessitura: sara’ sua nonna Leonilde ad istruirla, facendo prima di lei una tessitrice e immergendola poi nel mondo della tessitura del bisso, formandola per divenire Maestro di Bisso.
P1020567
Gli studi in mare durano anni, durante i quali Chiara Vigo si dedica anche all’insegnamento della tessitura “tradizionale”; solo quando la nonna la ritiene pronta si vede trasferire i formulari per l’estrazione del colore dalle piante e per la lavorazione della fibra di Bisso, con quello che si chiama Giuramento dell’acqua.
Fedele al suo giuramento, Chiara si ripropone di studiare le caratteristiche del bisso marino e dei fondali in cui vive il mollusco che lo produce, con l’obiettivo di intaccare il meno possibile un patrimonio naturale che vuole tramandare alle generazioni future.
Modifica quindi le tecniche di raccolta e di lavorazione della fibra di bisso, avendo scoperto che in determinati periodi dell’anno, grazie ad un ammorbidimento del fondale della laguna, e’ possibile ottenere la seta dall’animale senza causargli danno, per poi rimetterlo in sede.
P1020305
Il lavoro che Chiara Vigo svolge tutt’oggi a Sant’Antioco e’ frutto di anni, decenni di studio e pratica, che mirano alla conservazione storica e totalmente disinteressata di un’arte: mai un Maestro del bisso puo’ vendere un suo pezzo, sebbene il valore intrinseco di ognuno di essi potrebbe far gola.
P1020325
Chi fosse interessato a conoscere il bisso marino, magari durante un viaggio a Sant’Antioco, dal 2005 puo’ ammirare le tele e le lavorazioni di Chiara Vigo nel Museo del Bisso, una bottega in cui entrare in contatto gratuitamente con la magia della lavorazione del bisso, presentata da chi ci si dedica da tutta una vita.

NO COMMENTS

Leave a Reply