Home Blog Artigianato La ceramica sarda : Assemini

La ceramica sarda : Assemini

7_70_20060516093434

Assemini merita di essere citata tra i principali centri di produzione della ceramica in Sardegna, caratterizzandosi sin dagli anni Venti e Trenta come un borgo particolarmente prospero rispetto al contesto isolano del periodo.
L’artigianato sardo si esprime infatti nel luogo sin dagli anni Trenta, quando i vasai di Assemini cominciarono a cavare e lavorare un’ottima argilla, corposa e di un vivace color rosso.
In seguito l’espansione dell’attività ha portato all’acquisizione di nuove cave nell’area tra Assemini e Decimo, dove però l’argilla risultava essere di qualità inferiore rispetto a quella iniziale. In linea generale le argille di Assemini risultano essere di una qualità superiore rispetto a quelle di Oristano e Pabillonis se si prende in considerazione il numero di inclusi all’interno dei manufatti. La produzione asseminese si caratterizza per essere, sino alla metà del Novecento, come una produzione principalmente utilitaria.

Scopri i ceramisti di MondoSardegna

I manufatti sono infatti lineari e funzionali, volti tendenzialmente a soddisfare le necessità basilari di una società agropastorale e non spinti verso l’estetica del superfluo. La ceramica di Assemini per eccellenza non a caso è sa mariga, la brocca, destinata al trasporto dell’acqua tra le abitazioni; la produzione comprende però anche scivedde, ciotole, boccali, scodelle, vasi, mattonelle ed elementi per vari usi edili.

Immagine tratta da http://www.sardegnacultura.it/j/v/253?s=21808&v=2&c=2709&c1=2744&visb=&t=1

NO COMMENTS

Leave a Reply