Home Un pò di Sardegna sant'efisio

ef8

Sant’Efisio e la città di Cagliari sono indissolubilmente legati.
Un rapporto centenario, che ha inizio nel 1652 , quando la città flagellata dalla peste ripose le sue speranze in un solenne Voto ad Efisio martire , militare romano divenuto protettore dei cagliaritani poco prima di essere punito per la propria conversione.
Chi assiste oggi alle processioni e agli eventi legati a Sant’Efisio assiste proprio alla riproduzione di quel Voto, con cui la città si era impegnata a portare la statua del Santo in processione: una volta all’anno, da Cagliari alla spiaggia di Nora.
Quattro giorni, dal 1 al 4 maggio, in cui si possono rivivere tradizioni antichissime, ripercorrendo il cammino dal luogo dell’incarcerazione del Santo in Stampace sino a quello del martirio.
ef4
Sardi e turisti interessati all’evento possono quindi scegliere tra diverse manifestazioni a cui assistere, fermo restando che la partenza della sfilata da Cagliari il 1 Maggio rappresenta certamente uno spettacolo da non lasciarsi sfuggire.
Ad attirare turisti e devoti è infatti la partenza del pellegrinaggio dal quartiere Stampace a Cagliari, dove il cocchio con la statua di Sant’Efisio percorre le vie della città, preceduto da un’imponente processione di traccas, devoti, cavalieri, Miliziani e la Guardiania.
ef2
A partire dalle 10 le vie della città, ricoperte da tappeti di petali di rosa, vengono attraversate dalle rappresentanze dei vari costumi tradizionali sardi, dai devoti e dai curiosi.
L’imponente cocchio dorato, trainato da altrettanto imponenti buoi, comincia a muoversi alle 12, dopo una messa solenne.
La processione può essere vissuta a piedi, seguendo il corteo, o acquistando un biglietto per le tribune posizionate in alcuni punti chiave e disponibili online su www.boxofficesardegna.it o nel punto vendita in viale Regina Margherita.
ef6
Nei due giorni successivi il pellegrinaggio, con diverse soste, arriva sino alle rovine della città romana di Nora, ripartendo poi per Pula; la notte del 4 Maggio è la volta del ritorno a Cagliari, quando il Voto può dirsi ancora una volta sciolto.
Quest’ultima processione è certamente diversa dalla prima, ma altrettanto suggestiva: i partecipanti e il cocchio rientrano a Cagliari al buio, accompagnati dalla luce tremolante delle candele votive.

Chi fosse interessato al programma completo delle 4 giornate dedicate a Sant’Efisio può consultare www.camminidisardegna.it

Seguici su: