Home Blog Artigianato La Casa Museo di Grazia Deledda

La Casa Museo di Grazia Deledda

Una casa puo diventare un museo, uno strumento utile per calarsi in un’epoca o nella vita di un personaggio influente, che abbia dato un contributo importante alla storia, cultura o letteratura di un paese.
Cosi’ la casa natale di Grazia Deledda, premio Nobel per la Letteratura nel 1926, e’ oggi una struttura museale aperta al pubblico, grazie alla quale capire meglio la donna dietro la scrittrice e conoscere le vicende che hanno contribuito a creare il rapporto peculiare con la sua citta’ natale.

Vale quindi la pena organizzare una visita a Nuoro, esplorando i tre piani in cui si articola questa casa museo, rinnovata nel 2006 e arricchita da documenti e testimonianze storiche che mirano a ricostruire il legame tra Grazia Deledda e Nuoro.

Conoscere la vita e le opere della scrittrice

Le prime due sale, al piano terra, si concentrano sull’ambiente sociale e la vita familiare della Deledda: dal contesto sociale della Nuoro di fine ‘800 all’attribuzione del Nobel, in modo da offrire un excursus esaustivo a chi fosse impossibilitato a visitare i piani superiori.

La cucina e la dispensa

Proseguendo, si ha la possibilita’ di visitare i locali della cucina e della dispensa, tra arredi e utensili d’epoca, contenitori per il cibo, teli di lana e lino che si utilizzavano per la preparazione del pane.

171590

La sala del Premio Nobel

Quella che originariamente era la camera da letto dei genitori di Grazia Deledda oggi presenta una serie di documenti e immagini che trattano l’esperienza della scrittrice in quel caso, compresi alcuni brani tratti da discorsi pronunciati nel corso di questa giornata cosi’ importante.

La camera di Grazia Deledda

Per allestire l’ambiente in questo caso gli organizzatori si sono ispirati proprio ai romanzi della scrittrice, traendo informazioni dalle descrizioni che si ritrovano in alcuni suoi romanzi autobiografici.
Entrando, ci si ritrova in quei giorni del 1900 in cui la Deledda stava organizzando il proprio matrimonio: tra scrittoio e calamaio, bauli e libri, spiccano foto del futuro sposo e le partecipazioni di nozze.

Una visita emozionante

Gli ambienti visitabili del museo non si limitano a queste stanze, che abbiamo scelto per dare un’idea di cosa prospetti una visita.
Scorrendo le recensioni, traspare quanto questa casa natale trasmetta delle sensazioni al visitatore, soprattutto se si tratta di un lettore e estimatore delle opere di Grazia Deledda.
160236
Durante la visita sorprende la suggestione di mobili, oggetti e documenti d’epoca: si riesce a percepire come si vivesse anticamente e quali fossero le fonti d’ispirazione che portarono alla nascita di opere riconosciute a livello internazionale.

Per info su orari e prezzi: www.isresardegna.it

(Ph. www.isresardegna.it)

NO COMMENTS

Leave a Reply