Home Blog Artigianato Il canestro sardo

Il canestro sardo

Il canestro sardo

I canestri condividono con le ceramiche la funzione di primi elementi pratici da cui l’uomo e la donna sarda partono per dare inizio a quel corredo di utensili base per i bisogni di una famiglia. Essi probabilmente sono nati contemporaneamente, prima di divenire due degli elementi portanti che hanno contribuito alla fama dell’artigianato sardo in tutto il mondo.Nell’area del Campidano di Cagliari è da sempre in uso una tipologia di ceste tonde e piatte, simili a dei setacci con i quali le casalinghe preparavano le varie farine. Esse inoltre venivano storicamente utilizzate per decorare le case e in particolar modo le cucine: i pezzi provenienti dal campidano sono caratterizzati da un cromatismo più vivido rispetto a quelli di Castelsardo o Tinnura, ma ottenuti d’altro canto utilizzando elementi contrastanti con la paglia e non con tinte più naturali.
La produzione dei cestini a Tinnura e Flussio, sebbene non sia particolarmente influente, rappresenta però la vera e tradizionale produzione di sapore regionale, attaccata al folklore locale e agli elementi decorativi tipici.
Un altro centro estremamente rinomato per la qualità e varietà dei canestri e dei cestini prodotti è Castelsardo, ridente borgo mediavale ormai conosciuto in tutta Europa.

Se vuoi conoscere i cestinai di MondoSardegna clicca qui

NO COMMENTS

Leave a Reply