Home Blog Artigianato Andrea Parodi: musica sarda dai Tazenda a No potho reposare

Andrea Parodi: musica sarda dai Tazenda a No potho reposare

I nostri post sui personaggi di Sardegna, su quegli individui che hanno fatto e fanno l’immagine della Sardegna, si concentra oggi su un artista contemporaneo, un musicista che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia della Sardegna, lasciando “echi” che ancora risuonano in Italia e nel mondo.
Stiamo parlando di Andrea Parodi: carismatico leader dei Tazenda, successivamente voce solista, profondamente innamorato della Sardegna e della musica nelle sue accezioni più profonde.
andrean

Andrea Parodi e I Tazenda

Questo personaggio metà ligure e metà sardo nato a Porto Torres fonda i Tazenda nel 1988, assieme a Gigi Camedda e Gino Marielli.
Nasce così uno dei primi gruppi di rock etnico in Italia, che si metterà in luce per un sound unico, in cui si riversano elementi della tradizione e della storia sarda: anche ad un orecchio poco amante o conoscitore della Sardegna non può fare a meno di notare il suono delle launeddas, delle cornamuse, le campionature dei tenores.
F1000085

Spunta la luna dal monte

Il gruppo sassarese guidato da Andrea Parodi non tarda a raggiungere il riconoscimento nazionale, partecipando al Festival di Sanremo nel 1991 con “Spunta la luna dal monte”, con cui si aggiudica anche il disco d’oro.
Gli anni seguenti non fanno altro che riconfermare il successo di Andrea e dei suoi compagni, tra un’altra partecipazione al Festival, questa volta con un pezzo totalmente in lingua sarda, la pubblicazione di un cd live, l’apertura del concerto di Sting allo Stadio di Sassari; questo ed altro mantenendo il sound originale dei primi album e senza rinunciare alla propria identità.
E’ del 1997 la decisione di Andrea Parodi di non essere più l’Andrea Parodi de I Tazenda, per intraprendere una carriera solista che lo porterà a diverse pubblicazioni e collaborazioni; questa parentesi si conclude nel 2005, quando il gruppo si riunisce tra il consenso generale.
Andrea lascerà la musica, i fan, gli amici e la sua famiglia troppo presto, ucciso da una malattia incurabile.
parodigrande

Non potho reposare

Il ricordo più vivido e impressionante che ha lasciato è forse la sua ultima esibizione all’anfiteatro di Cagliari il 22 settembre 2006, con una splendida interpretazione di “Non potho reposare”, una dichiarazione d’amore chiara e diretta alla moglie presente sul palco.
1334430183_c2f50ed862_b
Andrea Parodi ha lasciato un grande vuoto nel panorama della musica sarda, di cui può essere considerato uno degli esponenti più importanti, e certamente indimenticato.

Immagini tratte da:
www.sardiniapost.it
www.flickr.com/photos/giornaletecnologico/1334430183
www.fondazioneandreaparodi.it

NO COMMENTS

Leave a Reply